SCHEMA DELL' OGGETTO MISTERIOSO

SPIEGAZIONE E SCHEMA DELLE "VOLPI"

A.R.D.F. e …...A.R.D.F.

Prima di passare alla presentazione dei Mini Tx (Volpi) impiegati nelle gare del Campionato Interr. Lombardo-Piemontese-Canton Ticino, volevo soffermarmi su vari appunti, apparentemente più che giustificati, mossi da alcuni appassionati di A.R.D.F. sul sistema da noi adottato quasi come se si volesse andare "controcorrente".

Queste osservazioni si possono così sintetizzare:
a) Perché non vi adeguate al Regolamento IARU del Campionato del Mondo di ARDF ?
b) Il vostro sistema implica l'occupazione di ben sette frequenze contemporaneamente (6 volpi più il beacon-base)

Ritengo che qualche risposta la si può dedurre facilmente rileggendo il precedente articolo nel quale accennavo ai requisiti basilari sui quali è impostato il nostro regolamento. Aggiungo che per organizzare gare di Campionato Mondiale ( e mi riferisco solo alle prove in 144 Mhz) necessitano apparecchiature ben più sofisticate: 5 RTX da circa 5 Watt con funzionamento sulla stessa frequenza (con decodifica in Morse), ad aggancio automatico in modo che il primo Rtx, dopo un minuto, va in Off, dando l'avvio al secondo e così di seguito formando un ciclo sequenziale di cinque minuti.. Inoltre è previsto un beacon al posto di arrivo. Il costo approssimativo supera i tre milioni. Quindi alle difficoltà tecniche, per quanto superabili, si aggiungono quelle economiche più difficili da risolvere. Sulle modalità di gara abbiamo una recente testimonianza di un nostro assiduo e valido concorrente, HB9OAU Claudio, il quale ha partecipato ad una competizione svoltasi in Francia dove era applicato il regolamento della IARU.

Ecco le sue impressioni: Si tratta di una competizione che ricalca il sistema adottato nelle gare di orientamento molto diffuse specialmente nell'ambiente militare e scolastico. Occorre una bussola e una mappa ben dettagliata (fornita dall'organizzazione). Logicamente, nelle gare ARDF, si aggiunge l'attrezzatura-radio. Dopo la partenza (data a gruppi secondo il numero dei partecipanti), si effettua la triangolazione delle cinque "volpi" annotandone la presunta ubicazione sulla mappa e quindi si inizia la ricerca cercando di essere più veloci possibile Le "volpi" sono già individuabili a circa 30/50 metri da uno specifico segnale arancione e dove un commissario convaliderà, su un cartoncino, l'avvenuto ritrovamento. Sta all'abilità del concorrente tracciarsi l'itinerario più breve per poi correre al traguardo dove verrà preso il tempo. Devo ammettere - sottolinea Claudio - che pur essendo un tipo di gara col suo particolare fascino, viene senz'altro privilegiato chi è atleticamente preparato. Si tratta di coprire un tragitto (minimo) di 6/7 Km. in un terreno discontinuo che impegna fisicamente in modo notevole"". (Claudio omette modestamente di dirci che si è piazzato al secondo posto pur essendo alla sua prima esperienza di questo tipo di competizione!! Aggiungo che Claudio è allenatore di Calcio, ex giocatore e formidabile podista. A questo punto permettetemi la presunzione, ma si deve convenire che, dal lato prettamente radiantistico il nostro sistema è migliore privilegiando più la tecnica di rilevazione che il fattore atletico. Si pensi che le difficoltà di ritrovamento tendono spesso ad aumentare quando si arriva a una decina di metri dalla volpe solitamente sistemata con astuzia in modo di creare imprevedibili riflessioni, sempre ben mimetizzata e visibile solo a un metro di distanza!!. Ciò non toglie che la partecipazione, anche parziale, al nostro Campionato, resta pur sempre una valida palestra per chi, un domani, volesse affrontare le competizioni mondiali.

Ed ecco lo schema del piccolo MiniTX nato dalla fattiva collaborazione di I2CHP (parte Tx) e di I2BGB (parte Timer). E facilmente deducibile la parte Tx e la parte timer. Molti componenti sono di recupero come i transistor giapponesi impiegati sostituibili con l'avvertenza di impiegare quei transistor facili ad oscillare e con opportuna frequenza di lavoro. I2TQ -Sabi -

Pagina del sito : www.ardf.info